Filosofia del diritto: indirizzo socio antropologico

Programma a.a. 2018/2019

Prof. Giovanni Cosi

Programma

Il corso intende fornire, anche attraverso un percorso di storia delle idee, gli elementi fondamentali per comprendere il significato antropologico e sociale dell'esperienza giuridica. Una particolare attenzione viene dedicata allo studio del fenomeno del conflitto e agli strumenti, non solo giuridici, di gestione delle controversie.

Il corso si articola in una parte storico-teorica e in una parte speciale.

A) Parte storico-teorica:

I. Origini ed evoluzione dell'esperienza giuridica. Il diritto come specie del genere norma. Dalla violenza al diritto. L'antropologia e la ricerca delle costanti normative. Legge e giustizia nella cultura greca e in quella ebraica. Il diritto tra antichità e modernità. Il codice, le libertà e lo Stato di diritto.

II. Elementi di tecnica dell'interpretazione giuridica. Critica della cultura legalista e logicista. Il codice e il problema delle lacune. Tipi di interpretazione e argomenti interpretativi. Il diritto come ordinamento giuridico. Forme della vigenza normativa. Il problema filosofico-giuridico della giustizia.

B) Parte speciale:

Teoria generale del conflitto. Metodi non contenziosi di gestione dei conflitti. Giustizia retributiva e giustizia riparativa. Forme di giustizia post-conflitto.

Testi consigliati

A) Per la parte storico-teorica:

G. Cosi, Legge, diritto giustizia. Un percorso nell'esperienza giuridica, Giappichelli, Torino 2013.

B) Per la parte speciale:

G. Cosi, L’accordo e la decisione. Modelli culturali di gestione dei conflitti, Wolters Kluwer, Milano 2017.

Nota

La prova d'esame comprende una parte scritta e una parte orale. Accedono alla parte orale della prova gli studenti che abbiano superato la parte scritta. Maggiori informazioni sulle modalità di svolgimento dell'esame saranno fornite durante le lezioni.

 

Programma a.a 2017/2018

Prof. Giovanni Cosi

 

Il corso intende fornire, anche attraverso un percorso di storia delle idee, gli elementi fondamentali per comprendere il significato antropologico e sociale dell'esperienza giuridica. Una particolare attenzione viene dedicata allo studio del fenomeno del conflitto e agli strumenti, non solo giuridici, di gestione delle controversie.

Il corso si articola in una parte storico-teorica e in una parte speciale.

A) Parte storico-teorica:

I. Origini ed evoluzione dell'esperienza giuridica. Il diritto come specie del genere norma. Dalla violenza al diritto. L'antropologia e la ricerca delle costanti normative. Legge e giustizia nella cultura greca e in quella ebraica. Il diritto tra antichità e modernità. Il codice, le libertà e lo Stato di diritto.

II. Elementi di tecnica dell'interpretazione giuridica. Critica della cultura legalista e logicista. Il codice e il problema delle lacune. Tipi di interpretazione e argomenti interpretativi. Il diritto come ordinamento giuridico. Forme della vigenza normativa. Il problema filosofico-giuridico della giustizia.

B) Parte speciale:

Teoria generale del conflitto. Metodi non contenziosi di gestione dei conflitti. Giustizia retributiva e giustizia riparativa. Forme di giustizia post-conflitto.

Testi consigliati

A) Per la parte storico-teorica:

G. COSI, Legge, diritto giustizia. Un percorso nell'esperienza giuridica, Giappichelli, Torino 2013.

B) Per la parte speciale:

G. COSI, Potere, diritto, interessi. Introduzione alla gestione dei conflitti, Libreria Scientifica, Siena 2013.

Nota

La prova d'esame comprende una parte scritta e una parte orale. Accedono alla parte orale della prova gli studenti che abbiano superato la parte scritta. Maggiori informazioni sulle modalità di svolgimento dell'esame saranno fornite durante le lezioni.