Diritto processuale amministrativo

Programma a.a. 2018/2019

Prof. Simone Lucattini

Propedeuticità

Diritto Amministrativo.

Programma

Il corso è volto alla conoscenza delle forme di tutela delle situazioni giuridiche soggettive vantate dal cittadino nei confronti delle amministrazioni pubbliche e delle differenti manifestazioni delle relative funzioni. Esso è incentrato sullo studio del Codice del processo amministrativo entrato in vigore nel settembre 2010, senza però trascurare l’evoluzione diacronica degli istituti, onde intuirne quelle radici storico-culturali capaci di svelare il succo e la “intelligenza” delle costruzioni giuridiche ben oltre le contingenti scelte normative (G. Berti, Le radici culturali e morali di un diritto amministrativo diverso, in Jus, 2008, 16), e con costante attenzione critica alla giurisprudenza, che è “occasione permanente di elaborazione teorica e fonte inesauribile di normazione concreta” (P. G. Ponticelli, Storia e processo, Siena, 1979, 10-11).

Il corso è integrato da attività seminariali, durante le quali sono svolte letture integrative di saggi e sentenze e si insegneranno agli studenti le tecniche basilari per affrontare e risolvere un caso giudiziario e redigere gli atti processuali.

Per lo studio è fondamentale la lettura diretta delle principali fonti normative e giurisprudenziali. A tali fini, oltre ad un codice aggiornato, può essere utile la consultazione di un codice commentato di leggi sulla giustizia amministrativa. A titolo puramente indicativo, e con riferimento alla disciplina anteriore al Codice del 2010, si possono tenere presenti i seguenti volumi collettanei: Commentario breve alle leggi sulla giustizia amministrativa, a cura di A. Romano e R. Villata, Cedam, Padova, 3° ed. Padova, 2009; Codice ipertestuale della giustizia amministrativa. Commentario con banca dati di giurisprudenza e legislazione, a cura di S. Battini, B. G. Mattarella, A. Sandulli, G. Vesperini, Utet, Torino, 2007; Codice della giustizia amministrativa, a cura di G. Morbidelli, Giuffrè, Milano, 2005. Dopo il Codice del 2010, si veda il Codice dell’azione amministrativa, a cura di M. A. Sandulli, Giuffré, Milano, 2011 e successive edizioni.

Sul Codice del processo amministrativo, si possono inoltre consultare i seguenti commenti: R. Chieppa, Il processo amministrativo dopo il correttivo al codice. Milano, Giuffré, 2012; B. Sassani e R. Villata, a cura di, Il codice del processo amministrativo. Dalla giustizia amministrativa al diritto processuale amministrativo, Torino, Giappichelli, 2012; F. Caringella – M. Protto, a cura di, Codice del nuovo processo amministrativo, Dike ed., Roma, 2010;  R. Caranta, a cura di, Il nuovo processo amministrativo, Bologna, Zanichelli, 2011; A. Quaranta – V. Lopilato, a cura di, Il processo amministrativo. Commentario al D.Lgs. 104/2010, con Prefazione di P. de Lise, Giuffré, Milano, 2011; Il nuovo processo amministrativo, a cura di M. A. Sandulli, 2 voll., Giuffré, Milano, 2013; Il codice del processo amministrativo nel primo biennio di applicazione. Problemi teorici e dibattito giurisprudenziale, a cura di E. Follieri, E. Sticchi Damiani, L. Perfetti e A. Meale, Ed. Scientifiche Italiane, Napoli, 2014.

Costituisce, comunque, parte integrante del programma lo studio dei manuali e delle sentenze di seguito indicate.

Testi e letture consigliate

  1. A. Travi, Lezioni di giustizia amministrativa, Giappichelli, Torino, ultima edizione;
  2. M. Nigro, Giustizia amministrativa, Il Mulino, Bologna, capitoli IV e VII;
  3. Sentenze relative alla responsabilità civile della P.A.: Cassazione, Sezioni Unite, 22 luglio 1999 n. 500, in Foro italiano, 1999, I, 2487, con i commenti di R. Caranta, F. Fracchia, A. Romano e E. Scoditti, pubblicati in Foro italiano, 1999, I, 3201-3239; Cassazione, sez. I, 10 gennaio 2003 n. 157, in Foro amministrativo, C.d.S., 2003, 32, con il commento di P. Siracusano alle pagg. 479-494; Cons. stato, sez. V, 6 agosto 2001 n. 4239, in Foro italiano, 2002, III, 1, con nota di E. Casetta e F. Fracchia; Corte cost., 6 luglio 2004 n. 204, in Foro italiano, 2004, I, 2594, con note di S. Benini, A. Travi, F. Fracchia; Corte cost., 11 maggio 2006 n. 191, in Foro italiano, 2006, I, 1625, con nota di A. Travi; Cass., Sez. Un., ord. 13 giugno 2006 n. 13659, in Foro italiano, 2007, I, 3181, con note di A. Lamorgese, R. De Nictolis; Cons. stato, Ad. Pl., 22 ottobre 2007 n. 12, in Foro it., 2008, III, 1, con nota di A. Travi; Cass., Sez. Un., 23 dicembre 2008 n. 30254, in Foro italiano, 2009, I, 731 con note di A. Travi, R. Caponi e A. Palmieri, nonché il commento di L. Torchia, La pregiudizialità amministrativa dieci anni dopo la sentenza 500/99: effettività della tutela e natura della giurisdizione, in Giornale di diritto amministrativo, 2009, 385.
  4. Sentenze sul riparto delle giurisdizioni (oltre alle citate sentenze di Corte cost. n. 204/04 e n. 191/06): Corte cost., 27 aprile 2007 n. 140, in Foro italiano, 2008, I, 435, con nota di G. Verde; Corte cost., 12 marzo 2007 n. 77, in Foro italiano, 2007, I, 1009, con nota di R. Oriani; Cass., Sez. Un., 9 ottobre 2008 n. 24883, in Corriere giuridico, 2009, 372, con il commento di R. Caponi alle pagg. 380-385.
  5. Sentenze sul Codice del processo amministrativo: Cons. stato, Ad. Pl., 23 marzo 2011 n. 3, in Corriere giuridico, 2011, 979, con commento di F. G. Scoca alle pagg. 988-994; Cons. stato, Ad. Pl., 7 aprile 2011 n. 4, in Foro italiano, 2011, III, 306; Cons. stato, Ad. Pl., 29 luglio 2011 n. 15, in Diritto processuale amministrativo, 2012, 171, con note di R. Ferrara e L. Bertonazzi; Cons. stato, Ad. Pl., 13 aprile 2015 n. 4, in Giur. it., 2015, 1692, con nota di G. D. Comporti; Cons. stato, Ad. Pl., 27 aprile 2015 n. 5, in Urb. app., 2015, 1177, con il commento di D. Vaiano.

 

 

Programma a.a 2017/2018

Prof. Gian Domenico Comporti

 

Il corso è volto alla conoscenza delle forme di tutela delle situazioni giuridiche soggettive vantate dal cittadino nei confronti delle amministrazioni pubbliche e delle differenti manifestazioni delle relative funzioni. Esso è incentrato sullo studio del Codice del processo amministrativo entrato in vigore nel settembre 2010, senza però trascurare l’evoluzione diacronica degli istituti, onde intuirne quelle radici storico-culturali capaci di svelare il succo e la “intelligenza” delle costruzioni giuridiche ben oltre le contingenti scelte normative (G. Berti, Le radici culturali e morali di un diritto amministrativo diverso, in Jus, 2008, 16), e con costante attenzione critica alla giurisprudenza, che è “occasione permanente di elaborazione teorica e fonte inesauribile di normazione concreta” (P. G. Ponticelli, Storia e processo, Siena, 1979, 10-11).

Il corso è integrato da attività seminariali, durante le quali sono svolte letture integrative di saggi e sentenze e si insegneranno agli studenti le tecniche basilari per affrontare e risolvere un caso giudiziario e redigere gli atti processuali.

Per lo studio è fondamentale la lettura diretta delle principali fonti normative e giurisprudenziali. A tali fini, oltre ad un codice aggiornato, può essere utile la consultazione di un codice commentato di leggi sulla giustizia amministrativa. A titolo puramente indicativo, e con riferimento alla disciplina anteriore al Codice del 2010, si possono tenere presenti i seguenti volumi collettanei: Commentario breve alle leggi sulla giustizia amministrativa, a cura di A. Romano e R. Villata, Cedam, Padova, 3° ed. Padova, 2009; Codice ipertestuale della giustizia amministrativa. Commentario con banca dati di giurisprudenza e legislazione, a cura di S. Battini, B. G. Mattarella, A. Sandulli, G. Vesperini, Utet, Torino, 2007; Codice della giustizia amministrativa, a cura di G. Morbidelli, Giuffrè, Milano, 2005. Dopo il Codice del 2010, si veda il Codice dell’azione amministrativa, a cura di M. A. Sandulli, Giuffré, Milano, 2011 e successive edizioni.

Sul Codice del processo amministrativo, si possono inoltre consultare i seguenti commenti: R. Chieppa, Il processo amministrativo dopo il correttivo al codice. Milano, Giuffré, 2012; B. Sassani e R. Villata, a cura di, Il codice del processo amministrativo. Dalla giustizia amministrativa al diritto processuale amministrativo, Torino, Giappichelli, 2012; F. Caringella – M. Protto, a cura di, Codice del nuovo processo amministrativo, Dike ed., Roma, 2010;  R. Caranta, a cura di, Il nuovo processo amministrativo, Bologna, Zanichelli, 2011; A. Quaranta – V. Lopilato, a cura di, Il processo amministrativo. Commentario al D.Lgs. 104/2010, con Prefazione di P. de Lise, Giuffré, Milano, 2011; Il nuovo processo amministrativo, a cura di M. A. Sandulli, 2 voll., Giuffré, Milano, 2013; Il codice del processo amministrativo nel primo biennio di applicazione. Problemi teorici e dibattito giurisprudenziale, a cura di E. Follieri, E. Sticchi Damiani, L. Perfetti e A. Meale, Ed. Scientifiche Italiane, Napoli, 2014.

Costituisce, comunque, parte integrante del programma lo studio dei manuali e delle sentenze di seguito indicate.

Testi e letture consigliate

1)   A. Travi, Lezioni di giustizia amministrativa, Giappichelli, Torino, ultima edizione;

2)   M. Nigro, Giustizia amministrativa, Il Mulino, Bologna, capitoli IV e VII;

3)   Sentenze relative alla responsabilità civile della P.A.: Cassazione, Sezioni Unite, 22 luglio 1999 n. 500, in Foro italiano, 1999, I, 2487, con i commenti di R. Caranta, F. Fracchia, A. Romano e E. Scoditti, pubblicati in Foro italiano, 1999, I, 3201-3239; Cassazione, sez. I, 10 gennaio 2003 n. 157, in Foro amministrativo, C.d.S., 2003, 32, con il commento di P. Siracusano alle pagg. 479-494; Cons. stato, sez. V, 6 agosto 2001 n. 4239, in Foro italiano, 2002, III, 1, con nota di E. Casetta e F. Fracchia; Corte cost., 6 luglio 2004 n. 204, in Foro italiano, 2004, I, 2594, con note di S. Benini, A. Travi, F. Fracchia; Corte cost., 11 maggio 2006 n. 191, in Foro italiano, 2006, I, 1625, con nota di A. Travi; Cass., Sez. Un., ord. 13 giugno 2006 n. 13659, in Foro italiano, 2007, I, 3181, con note di A. Lamorgese, R. De Nictolis; Cons. stato, Ad. Pl., 22 ottobre 2007 n. 12, in Foro it., 2008, III, 1, con nota di A. Travi; Cass., Sez. Un., 23 dicembre 2008 n. 30254, in Foro italiano, 2009, I, 731 con note di A. Travi, R. Caponi e A. Palmieri, nonché il commento di L. Torchia, La pregiudizialità amministrativa dieci anni dopo la sentenza 500/99: effettività della tutela e natura della giurisdizione, in Giornale di diritto amministrativo, 2009, 385.

4)   Sentenze sul riparto delle giurisdizioni (oltre alle citate sentenze di Corte cost. n. 204/04 e n. 191/06): Corte cost., 27 aprile 2007 n. 140, in Foro italiano, 2008, I, 435, con nota di G. Verde; Corte cost., 12 marzo 2007 n. 77, in Foro italiano, 2007, I, 1009, con nota di R. Oriani; Cass., Sez. Un., 9 ottobre 2008 n. 24883, in Corriere giuridico, 2009, 372, con il commento di R. Caponi alle pagg. 380-385.

5)   Sentenze sul Codice del processo amministrativo: Cons. stato, Ad. Pl., 23 marzo 2011 n. 3, in Corriere giuridico, 2011, 979, con commento di F. G. Scoca alle pagg. 988-994; Cons. stato, Ad. Pl., 7 aprile 2011 n. 4, in Foro italiano, 2011, III, 306; Cons. stato, Ad. Pl., 29 luglio 2011 n. 15, in Diritto processuale amministrativo, 2012, 171, con note di R. Ferrara e L. Bertonazzi; Cons. stato, Ad. Pl., 13 aprile 2015 n. 4, in Giur. it., 2015, 1692, con nota di G. D. Comporti; Cons. stato, Ad. Pl., 27 aprile 2015 n. 5, in Urb. app., 2015, 1177, con il commento di D. Vaiano.