Diritto privato comparato

Programma a.a. 2018/2019

Prof. Alessandro Palmieri

Programma

Il corso si propone in primo luogo di accostare lo studente alla comparazione giuridica, tramite l'assimilazione del suo articolato strumentario, la conoscenza delle sue peculiari metodologie e l'approfondimento di alcune tra le più significative acquisizioni, sì da presentare una visione delle regole operanti nei diversi sistemi che non rimanga circoscritta all’ottica del giurista puramente municipale. Ampio risalto sarà dato, in tale contesto, alla tradizione giuridica occidentale, con l’obiettivo precipuo di acquisire una conoscenza di base delle esperienze di Common Law e di Civil Law. Saranno specificamente esaminati alcuni istituti ascrivibili al diritto privato, analizzando le relative problematiche in chiave di confronto tra le diverse soluzioni offerte dai vari modelli di riferimento e alla luce della progressiva affermazione di modelli e soluzioni giuridiche omogenee nei sistemi europei. Con particolare attenzione si indagheranno le questioni suscitate dal trapianto di regole e istituti in sistemi giuridici diversi da quelli dove sono stati elaborati e messi in opera.

Principali argomenti: Oggetto e scopo della comparazione giuridica. Introduzione agli istituti privatistici in chiave comparatistica. Il contratto in diritto comparato: la conclusione e l’esecuzione del contratto. Il fatto illecito in diritto comparato: principi generali e responsabilità per fatto altrui. La tutela collettiva dei consumatori e le sfide dell’era digitale.

Testi consigliati:

1) Konrad Zweigert - Hein Kötz, Introduzione al diritto comparato, Volume II – Istituti, terza edizione, Giuffré, Milano, 2011, pag. 33-54; 81-95; 134-146; 187-206; 319-381;

nonché

2) A. Palmieri, La tutela collettiva dei consumatori. Profili soggettivi, Giappichelli, Torino, 2011, pp. 1-143 (o, in alternativa, A. Palmieri, Profili giuridici dell’economia della collaborazione, di prossima pubblicazione).

 

Programma a.a 2017/2018

Prof. Alessandro Palmieri

 

Il corso si propone in primo luogo di accostare lo studente alla comparazione giuridica, tramite l'assimilazione del suo articolato strumentario, la conoscenza delle sue peculiari metodologie e l'approfondimento di alcune tra le più significative acquisizioni, sì da presentare una visione delle regole operanti nei diversi sistemi che non rimanga circoscritta all’ottica del giurista puramente municipale. Ampio risalto sarà dato, in tale contesto, alla tradizione giuridica occidentale, con l’obiettivo precipuo di acquisire una conoscenza di base delle esperienze di Common Law. Saranno specificamente esaminati alcuni istituti ascrivibili al diritto privato, analizzando le relative problematiche in chiave di confronto tra le diverse soluzioni offerte dai vari modelli di riferimento e alla luce della progressiva affermazione di modelli e soluzioni giuridiche omogenee nei sistemi europei. Con particolare attenzione si indagheranno alcune questioni suscitate dal trapianto di regole e istituti in sistemi giuridici diversi da quelli dove sono stati elaborati e messi in opera.

Principali argomenti: Oggetto e scopo della comparazione giuridica. La diversità e l’uniformità nel diritto. La tradizione giuridica occidentale. Common law ed Equity in Inghilterra. Trespass. Trust. L’esperienza giuridica degli Stati Uniti d’America. La class action e altre forme di tutela collettiva dei consumatori.

Testi consigliati:

A. Gambaro e R. Sacco, Sistemi giuridici comparati, 3a edizione, Utet, Torino, 2008, pp. 1-180;

A. Palmieri, La tutela collettiva dei consumatori. Profili soggettivi, Giappichelli, Torino, 2011, pp. 1-143.