Diritto ecclesiastico

Programma a.a. 2018/2019

Prof. Marco Ventura

Propedeuticità

Diritto Costituzionale.

 

Il diritto ecclesiastico è il diritto dello Stato e delle organizzazioni sopranazionali sul fenomeno religiose. Il corso e l’esame vertono sui seguenti ambiti. Evoluzione storica e comparata della disciplina giuridica del fenomeno religioso. Il caso italiano. Il diritto internazionale ed europeo. Il diritto ecclesiastico italiano. La costituzione e il sistema delle fonti. Questione romana, legislazione fascista e Patti lateranensi. La Chiesa cattolica romana: Santa Sede e Stato Città del Vaticano. L'Accordo di Villa Madama. Le confessioni “diverse dalla cattolica” e le intese. La laicità dello stato italiano. Diritto individuale, collettivo e istituzionale di libertà religiosa. Libertà e obiezione di coscienza. Enti e beni religiosi. Il finanziamento della religione. I ministri di culto. L’assistenza spirituale. La scuola e l’istruzione. Il matrimonio. La tutela penale. Festività e prescrizioni alimentari. I dati personali. Diritto e religione tra multiculturalismo e globalizzazione.

Testi Consigliati

La preparazione dell’esame si svolgerà in tre parti complementari e obbligatorie:

  1. La prima parte (un testo) consisterà nell’inquadramento generale della materia e nella sua comprensione critica. A tal fine lo studente si preparerà su: P. Consorti, Diritto e religione, Roma-Bari, Laterza, ultima edizione, (integralmente).
  2. La seconda parte consisterà nello studio diretto delle fonti. Lo studente dovrà conoscere integralmente: legge delle guarentigie (lg 214/1871), trattato lateranense, concordato lateranense (limitatamente agli articoli 5, 19, 20, 34, 36 e 43), legge sui culti ammessi (lg 1159/29), articoli della Costituzione di rilevanza per l’esame (tra gli altri, 3, 7, 8, 19, 20, 29, 33, 117), accordo di Villa Madama (lg 121/85), lg 222/85 su enti e sostentamento del clero, intese con valdesi, comunità ebraiche e unione buddhista, dichiarazione universale dei diritti dell’uomo (limitatamente all’articolo 18), convenzione europea dei diritti dell’uomo (limitatamente agli articoli 9 e 14), trattato sul funzionamento dell’Unione europea (limitatamente all’articolo 17). Lo studente potrà reperire tali fonti attraverso la piattaforma e-learning per accedere alla quale potrà rivolgersi al docente (email: marco.ventura@unisi.it). Le fonti principali e il quadro delle intese sono altresì consultabili presso http://presidenza.governo.it/USRI/confessioni. In sede di esame potrà essere richiesto allo studente di leggere e commentare singole norme tra quelle contenute nelle fonti sopra elencate.
  3. La terza parte consisterà nello studio integrale e dettagliato della sentenza della Corte costituzionale n. 52 del 2016.

Programmi o testi alternativi possono essere concordati con il docente.

Se privo di conoscenze sulla questione romana e sul conflitto tra Chiesa e Stato nel Risorgimento e nell’Unità italiana, nonché sulla politica ecclesiastica del fascismo e sulle leggi razziali, lo studente è pregato di acquisire almeno le nozioni più elementari prima del corso e dell’esame.

Students with sufficient proficiency in English (at least C1) who wish to prepare the exam in English might consider the following texts: M. Ventura, Religion and Law in Italy, Alphen aan de Rijn, Wolters Kluwer, 2013. W. C. Durham Jr and B. G. Sharffs, Law and Religion: National, International and Comparative Perspectives, New York NY, Aspen Publishers, 2010. M. Ventura, From Your Gods to Our Gods. A History of Religion in Indian, South African and British Courts, Eugene OR, Cascade Books, 2014.

Piattaforma e-learning

I frequentanti possono accedere ai materiali del corso sulla piattaforma e-learning mediante la password che verrà fornita dal docente in aula il primo giorno del corso o via email.

 

Programma a.a 2017/2018

Prof. Marco Ventura

Il diritto ecclesiastico è il diritto dello Stato e delle organizzazioni sopranazionali sul fenomeno religiose. Il corso e l’esame vertono sui seguenti ambiti. Evoluzione storica e comparata della disciplina giuridica del fenomeno religioso. Il caso italiano. Il diritto internazionale ed europeo. Il diritto ecclesiastico italiano. La costituzione e il sistema delle fonti. Questione romana, legislazione fascista e Patti lateranensi. La Chiesa cattolica romana: Santa Sede e Stato Città del Vaticano. L'Accordo di Villa Madama. Le confessioni “diverse dalla cattolica” e le intese. La laicità dello stato italiano. Diritto individuale, collettivo e istituzionale di libertà religiosa. Libertà e obiezione di coscienza. Enti e beni religiosi. Il finanziamento della religione. I ministri di culto. L’assistenza spirituale. La scuola e l’istruzione. Il matrimonio. La tutela penale. Festività e prescrizioni alimentari. I dati personali. Diritto e religione tra multiculturalismo e globalizzazione.

Testi Consigliati

La preparazione dell’esame si svolgerà in tre parti complementari e obbligatorie:

a)    La prima parte (un testo) consisterà nell’inquadramento generale della materia. A tal fine lo studente si preparerà su un testo a scelta tra: E. Vitali, A. Chizzoniti, Diritto ecclesiastico. Manuale breve, Milano, Giuffrè, ultima edizione, (il testo va studiato integralmente con eccezione della parte seconda, “domande e risposte commentate”) oppure G. Dalla Torre, Lezioni di diritto ecclesiastico, Torino, Giappichelli, ultima edizione (integralmente).

b)   La seconda parte (un testo) consisterà nell’approfondimento critico delle grandi questioni poste dai rapporti tra diritto e religione, in particolare in Italia. A tal fine lo studente si preparerà su: P. Consorti, Diritto e religione, Roma-Bari, Laterza, 2014, (integralmente).

c)    La terza parte consisterà nello studio diretto delle fonti. Lo studente dovrà conoscere integralmente: legge delle guarentigie (lg 214/1871), trattato lateranense, concordato lateranense (limitatamente agli articoli 5, 19, 20, 34, 36 e 43), legge sui culti ammessi (lg 1159/29), articoli della Costituzione di rilevanza per l’esame (tra gli altri, 3, 7, 8, 19, 20, 29, 33, 117), accordo di Villa Madama (lg 121/85), lg 222/85 su enti e sostentamento del clero, intese con valdesi, comunità ebraiche e unione buddhista, dichiarazione universale dei diritti dell’uomo (limitatamente all’articolo 18), convenzione europea dei diritti dell’uomo (limitatamente agli articoli 9 e 14), trattato sul funzionamento dell’Unione europea (limitatamente all’articolo 17). Lo studente potrà reperire tali fonti attraverso la piattaforma e-learning moodle per accedere alla quale potrà rivolgersi al docente (email: marco.ventura@unisi.it). Le fonti principali e il quadro delle intese sono altresì consultabili presso http://presidenza.governo.it/USRI/confessioni. In sede di esame potrà essere richiesto allo studente di leggere e commentare singole norme tra quelle contenute nelle fonti sopra elencate.

Programmi o testi alternativi possono essere concordati con il docente.

Se privo di conoscenze sulla questione romana e sul conflitto tra Chiesa e Stato nel Risorgimento e nell’Unità italiana, nonché sulla politica ecclesiastica del fascismo e sulle leggi razziali, lo studente è pregato di acquisire almeno le nozioni più elementari prima del corso e dell’esame.

Students with sufficient proficiency in English (at least C1) who wish to prepare the exam in English might consider the following texts: M. Ventura, Religion and Law in Italy, Alphen aan de Rijn, Wolters Kluwer, 2013. W. C. Durham Jr and B. G. Sharffs, Law and Religion: National, International and Comparative Perspectives, New York NY, Aspen Publishers, 2010. M. Ventura, From Your Gods to Our Gods. A History of Religion in Indian, South African and British Courts, Eugene OR, Cascade Books, 2014.