Diritto fallimentare

Programma a.a. 2018/2019

Prof.ssa Stefania Pacchi

Propedeuticità

Istituzioni di Diritto Privato.

Il corso si propone di fornire una visione delle linee essenziali del nostro “ordinamento delle crisi d’impresa” (in primis rappresentato dal R.d. 16 marzo 1942, n. 267), come scaturito dai diversi interventi di riforma (dal d. lgs. 5/2006 alla L. 32/2015, nonché alla riforma che potrebbe essere tra breve realizzata sulla base della legge delega 155/2017. Oggetto del corso saranno gli strumenti di superamento della crisi che l’ordinamento propone per ogni soggetto operante sul mercato (impresa, piccola, medio-grande, grandissima, ma anche soggetto non imprenditore, ad esempio il lavoratore ed il consumatore). 

Il programma si compone delle lezioni e di un laboratorio.

Nelle lezioni l'attenzione sarà focalizzata sul fallimento, archetipo e modello di procedimento concorsuale l'assimilazione dei cui principi e delle cui regole operative consentirà un agevole approccio alle altre procedure, sia nei loro profili comuni, che nelle rispettive specificità. Saranno quindi analizzati gli strumenti negoziali di superamento della crisi dell’impresa: il concordato preventivo (liquidativo e in continuità), gli accordi di ristrutturazione dei debiti, il piano attestato di risanamento, gli accordi di ristrutturazione con banche e le convenzioni di moratoria.  Il Docente illustrerà i numerosi interventi normativi, gli orientamenti della giurisprudenza e le prassi applicative. Il metodo didattico utilizzato tende al coinvolgimento diretto degli studenti anche nella fase della spiegazione dei nuovi argomenti, attraverso sollecitazioni al ragionamento e proposizione di semplici casi pratici. 

Sarà, infine, posta l’attenzione sullo strumento della composizione della crisi da sovraindebitamento.
Nel laboratorio, saranno approfonditi alcuni temi delle lezioni, in particolare saranno delineati – attraverso la redazione di un piano e di una proposta concordatari - i principali compiti ed obbiettivi dei consulenti in caso di crisi d'impresa. Verranno svolti approfondimenti, anche con l’ausilio di esperti esterni e professionisti in genere.

Chi volesse approfondire la materia anche al fine della preparazione di una tesi in diritto fallimentare, potrà assistere ad alcune lezioni del Corso di Alta Formazione in diritto delle crisi che si svolge nel medesimo periodo del Corso presso il Dipartimento.

Testi consigliati

Si consiglia l'uso del manuale sotto indicato:

Guglielmucci, Diritto fallimentare, Ottava edizione, Giappichelli, 2017.

Altri materiali didattici utilizzati per lo svolgimento delle lezioni e consigliati per la preparazione dell'esame sono fruibili on-line nella piattaforma Moodle di Unisi.

 

Programma a.a 2017/2018

Prof.ssa Stefania Pacchi
 

 

Il Corso illustra l’evoluzione della disciplina delle procedure concorsuali in Italia.

In particolare viene articolatamente studiata sia la disciplina del fallimento che degli strumenti alternativi secondo l’ordine qui riportato:

  • I presupposti del fallimento.
  • Le fasi del procedimento.
  • Gli organi del fallimento.
  • Custodia ed amministrazione delle attività fallimentari. Esercizio provvisorio dell'impresa. Affitto di azienda.
  • Gli effetti del fallimento:
    • a)    per il debitore
    • b)    per i creditori
    • c)    sugli atti pregiudizievoli ai creditori
    • d)    sui rapporti pendenti
  • L'accertamento del passivo.
  • Liquidazione e ripartizione dell'attivo.
  • La chiusura del fallimento e la riapertura.
  • Il concordato fallimentare. L'esdebitazione.
  • Il fallimento della società

Gli strumenti alternativi per la gestione delle crisi d'impresa:

  • Il concordato preventivo
  •  Gli accordi di ristrutturazione dei debiti
  •  Piani attestati di risanamento
  •  La liquidazione coatta amministrativa
  •  L'amministrazione straordinaria delle grandi imprese insolventi

Testi consigliati

GUGLIELMUCCI, Diritto fallimentare, Ottava edizione, Giappichelli, 2017.

Altri materiali didattici utilizzati per lo svolgimento delle lezioni e consigliati per la preparazione dell'esame sono fruibili on-line nella piattaforma Moodle di Unisi.

Metodi didattici

Il corso consisterà in lezioni frontali con la costante utilizzazione del testo di legge. Gli studenti dovranno servirsi della redazione aggiornata della Legge fallimentare (dopo le modifiche intervenute nel 2015 e nel 2016). Si suggerisce inoltre l'impiego di un Codice civile aggiornato con leggi collegate.

Il corso di lezioni si propone di fornire agli studenti non solo la conoscenza teorica degli istituti, ma anche la presentazione degli aspetti di carattere più pratico-operativo. Per questo motivo è prevista la partecipazione di professionisti e l'illustrazione di casi pratici.

Chi volesse approfondire la materia anche al fine della preparazione di una tesi in diritto fallimentare, potrà assistere ad alcune lezioni del Corso di Alta Formazione in diritto delle crisi che si svolge nel medesimo periodo del Corso presso il Dipartimento.